Lia Domeniconi: una visita a Racalmuto

La giovane Lia Domeniconi, fotografa svizzera, incontra il Sale di Sicilia a Racalmuto:

“Guardando un documentario sulla Sicilia che presentava la miniera di Realmonte, sono rimasta molto affascinata questo mondo sotterraneo, così diverso da come ce lo si può immaginare esternamente.
Ero anche incuriosita dai procedimenti che stanno dietro alla produzione del sale, un ingrediente che può sembrare banale ma che non manca mai nelle nostre tavole.

E così ho scoperto che dietro al sale c’è un mondo, un universo di natura, di lavoro, di passione. Nel giacimento si lavora immersi in un’atmosfera salina suggestiva e tutte le operazioni di estrazione vengono svolte in sicurezza e rispettando l’ambiente.

Qui i minatori che si occupano dell’estrazione e gli operai che si occupano delle linee di produzione e dell’inscatolamento sono orgogliosi che il loro lavoro contribuisca a portare in ogni casa il frutto di questa cristallizzazione naturale avvenuta milioni di anni fa.”

Ci racconta la giovane fotografa.

Foto Lia Domeniconi
Foto Lia Domeniconi

“La mia passione per la fotografia porta con sé la voglia di viaggiare e di conoscere persone e realtà diverse. Mi ha affascinato scoprire il lavoro dei minatori ed anche Racalmuto é stata una bellissima scoperta: una cittadina con una identità siciliana intensa.

Già da un anno sto seguendo un percorso di studio per diventare fotografa professionista, voglio migliorare le mie capacità e la mia tecnica per realizzare progetti che, come amatore, al momento non mi sento pronta a concretizzare.”

 

A noi sembra che Lia abbia un bello sguardo su ciò che ritrae e proprio per questo le abbiamo offerto l’opportunità di mostrarvi il giacimento di Racalmuto con i suoi occhi.

Scorrete la gallery delle sue foto:

19 luglio 2017

Categorie

Cerca

Facebook Like

Twitter

Dove Produciamo